Chi sono

Fotografo per passione, dedicandomi in particolare alla fotografia artistica ma a volte anche al reportage sociale.

Per me la fotografia è un atto confermativo di vita, non tanto perchè sia testimonianza del fatto che siamo stati e siamo, ma perché la fotografia rende vita nuova alle cose, è un ridisegnare il mondo suggerendo altri modi di pensare. Una sorta di geografia dello spirito, insomma, che propone l’abbattimento dei confini, delle definizioni che delimitano e ingessano la realtà, e opera nello spazio intermedio delle infinite possibilità.

 

 

INTERVISTE

 

Una intervista de La Quinta Lettera, a cura di Davide Aricò

Puoi leggerla qui

 

Una intervista sul fotografare per le Edizioni Bohémien, a cura di Laura Rapicavoli

Puoi leggerla qui